Orgoglio rossoblucherchiato
Orgoglio Rossoblucerchiato: Frosinone-Samp Genoa-Bologna
settembre 18, 2018
Orgoglio Rossoblucerchiato
Orgoglio Rossoblucerchiato: Genoa-Chievo, Cagliari-Samp.
settembre 27, 2018

Orgoglio Rossoblucerchiato: Samp-Inter, Lazio-Genoa.

Orgoglio Rossoblucerchiato

Orgoglio Rossoblucerchiato

Domenica nera per le genovesi che si sono entrambe arrese a due big del campionato italiano. La Samp, dopo una partita assurda, ha perso 0-1 in casa contro l’Inter, mentre il Genoa è uscito con le ossa rotte dall’Olimpico, sponda Lazio: 4-1 il risultato finale.

Partendo dai blucerchiati, i ragazzi di mister Giampaolo avevano interpretato bene la gara interna contro i nerazzurri: nella prima mezz’ora, infatti, è stato il Doria ad andare più vicino al gol del vantaggio, mantenendo in mano il pallino del gioco, salvo poi subire la rete di Nainggolan. Il VAR, però, ha annullato la marcatura del belga e le due squadre sono andate a riposo sullo 0-0. Di rientro dagli spogliatoi è stata l’Inter ad entrare meglio in campo, andando nuovamente in vantaggio con Asamoah. Orgoglio RossoblucerchiatoIl VAR, però, è nuovamente risultato protagonista, annullando anche quello. 

Subito dopo il bomber blucerchiato Gregoire Defrel ha portato in vantaggio la Samp, al 90’. Via la maglia, ammonito, chissenefrega. E invece no, fuorigioco, annullato. Sembrava un finale epico, ma purtroppo non lo è stato: anzi, il finale è stato “epic”, Epic-Brozo; il centrocampista dell’Inter, infatti, a pochi minuti dalla fine ha siglato il finale, regolare e definitivo 0-1.

Sul Genoa, invece, c’è molto poco da dire: Ballardini ha sbagliato tutto. Lo svantaggio dopo soli 7’ sicuramente non ha aiutato, ma, come ha successivamente dimostrato, quel Genoa non poteva nemmeno impensierire la Lazio. Poi 2º gol biancoceleste con l’ex Immobile, l’inutile tentativo di Piatek di riaprire la gara (unica nota positiva insieme a Kouamè), 3ª e 4ª rete laziale. Orgoglio Rossoblucerchiato

Davvero preoccupante è il dato relativo alle trasferte del Grifone: sono 9, infatti, i gol subiti dai rossoblu nelle 2 partite lontane dal Luigi Ferraris. Una media di 4,5 reti subite a partita. Un dato che deve sicuramente mettere preoccupazione al mister Ballardini, oltre che agli stessi calciatori. La retroguardia non è la stessa della scorsa stagione, con Spolli, Zukanovic e, seppur meno, Biraschi che sembrano aver “disimparato” a coprire. 

Come anticipato, gli unici ad averci provato sono stati Kouamè (che deve essere un titolare) e l’ormai affermato Krzysztof Piatek. Per il polacco sono ormai 9 le reti in 5 scontri ufficiali. 5 nelle prime 4 di campionato: l’ultimo che riuscì ad avere gli stessi numeri fu un certo Schevchenko nella stagione 1999.

Le riprese in campo del Genoa CFC sono a cura di Marco Bertani di LM Studios e un grazie particolare va  a Genovarent S.r.l. che si occupa sempre  dei trasferimenti in pullman dei dirigenti e dei giocatori  di tutte le squadre di calcio ospitate a Genova  che hanno scelto di viaggiare in sicurezza con loro!

Per saperne di più:   Genoa CFC      U.C. Sampdoria

LM Studios        Genovarent S.r.l. 

Antenna Blu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.