Da Bonino 1933
Da Bonino1933 il regalo conta quanto il pensiero!!
dicembre 19, 2020
Concedetevi
ConcedeteVi un Capriccio … tutti i giorni dell’anno!
dicembre 22, 2020

Michelangelo si è fermato a Genova, lo sapevate?

Michelangelo si è fermato a Genova, lo sapevate?

MichelangeloBuongiorno Followers, quando si tratta di articoli culturali, come sempre, affido la penna del blog alla cara Laura Gambardella!

Buona lettura!!!

Se nell’ottobre 1512, Papa Giulio II inaugurava gli affreschi michelangioleschi della Cappella Sistina, a 508 anni di distanza (fino al 14 febbraio 2021), nell’Appartamento del Doge del Palazzo Ducale di Genova è allestita la mostra “Michelangelo. Divino artista”

Inaugurata ad ottobre, cari amici di Mariangela Guido Blog, sono riuscita a visitarla prima della temporanea chiusura per l’emergenza Covid.

“Michelangelo. Divino artista” è dedicata a colui che Giorgio Vasari definì “artista universale”

Un’ occasione davvero unica per conoscere attraverso una prospettiva particolare, storia, personaggi e società dell’epoca di Michelangelo.

La mostra è a cura di Cristina Acidini, storica dell’arte italiana, già soprintendente del Polo Museale della città di Firenze, con cui ho collaborato spesso nel mio lavoro, con Elena Capretti e Alessandro Cecchi.

Sculture, disegni autografi e carteggi del maestro, oltre a raccontare gli incontri che Michelangelo ebbe con i personaggi più in vista del periodo:Michelangelo

i Papi Leone X e Clemente VII, Lorenzo il Magnifico, Francesco I di Valois, Caterina de’ Medici, Tommaso Cavalieri, Vittoria Colonna.

Due opere su tutte? Le mie preferite:

La Madonna della Scala, suo capolavoro giovanile, un bassorilievo eseguito presumibilmente a soli 16 -17 anni, dove Michelangelo sembra imitare Donatello, secondo gli storici dell’arte.

MichelangeloE poi, bellissimo, Il Cristo redentore : una curiosità, la prima redazione della scultura, ovvero quella che è in mostra, era stata abbandonata da Michelangelo a causa di una venatura del marmo visibile sulla guancia del Cristo.

Ma nella mostra troverete anche molti disegni autografi, rime ma anche appunti come una singolare e curiosa lista della spesa, corredata di disegni e schizzi.

Bello l’accostamento con il territorio della nostra regione, tanti infatti sono i luoghi legati alla famiglia savonese dei Della Rovere, da cui provenivano i papi Giulio II e Sisto IV, tanto legati a Michelangelo.

A cura di: Laura Gambardella

Comments are closed.