Girasoli alla Norma di Mare con salsa allo zafferano
ottobre 22, 2020
polpette
Polpette di pane
ottobre 26, 2020

Runfò: un metodo antico che ritorna alla vita con Bruxaboschi.

Runfò

Runfò: un metodo antico che ritorna alla vita con Bruxaboschi.

RunfòIl focolare domestico è quel posto dove tutti noi siamo cresciuti. Quella stanza calda dove il calore del fuoco radunava i bambini durante lo studio, le nostre nonne ricamavano e le mamme attendevano l’arrivo del papà.

Forse questa visione romantica è cambiata nel tempo, e forse il cambiamento non è così bello, ma alla fine la cucina, con il calore dei fuochi e delle pentole che borbottano, ancora oggi è in grado di radunare tutta la famiglia.

La tradizione del Runfò come stile di vita, come cultura che attraversa gli anni, e come metodo di cucina si mantiene viva negli spazi della Trattoria detta del Bruxaboschi.

Ma cos’è il Runfò esattamente? Il  Runfò è un metodo di cottura tipica della tradizione Genovese.

Una cucina in muratura usata per scaldare le mura domestiche, l’acqua per lavarsi e per preparare le portate con lente bolliture.

Un tipo di cottura che per il ristoratore significa sacrificio e ore, ore e ore davanti al caldo del fuoco.Runfò

Matteo Losio si occupa personalmente di ravvivare il focolare, girare continuamente la polenta, il sugo, la peperonata, il minestrone o l’ottimo stufato di carne che sobbolle nella pentola.

Lo chef Matteo  inoltre controlla anche che le braci calde continuino a mantenere tiepide le pietanze durante tutta la durata della cena. Un vero esercizio di pazienza.

Un ritorno alle origini con tempi che improvvisamente si dilatano e seguono i ritmi lenti della natura.

Nelle giornate autunnali dedicate al barbecue e alla cucina a legna, il Bruxaboschi continua comunque a proporre il menù alla carta. Non esistono costrizioni nella trattoria, ognuno può gustare ciò di cui ha piacere.

Una scelta importante che prevede il doppio della fatica ma che ricompensa i clienti!

Possiamo sederci a tavola e goderci questi dolci profumi del passato, un calice di buon vino rosso, consigliato dalla brigata di sala e scelto nella vasta selezione offerta dal ristorante.

Pregustando l’autunno e i suoi sapori vi aspetto da Bruxaboschi.

Cin cin

a cura di: Letizia Miraudo

TrattoriadettadelBruxaboschi. com

Facebook: TrattoriadettadelBruxaboschi

Instagram: TrattoriadettadelBruxaboschi