Genoa, punto d’oro. Samp, poco coraggio?
gennaio 6, 2021
Il Genoa beffa Mihajlovic. Samp, sveglia!
gennaio 12, 2021

Samp, la legge degli ex. Balla, primo KO

Samp, la legge degli ex. Balla, primo KO

Care amiche e cari amici calciofili,

Oggi partiamo con le buone notizie, almeno per i tifosi blucerchiati. Tutti i giornali, ieri, parlavano di crisi Inter, sconfitta Inter, brutta Inter … ma della bella Sampdoria, invece, ne vogliamo parlare?

Vogliamo evidenziare la vittoria tattica di Ranieri su Conte? Perché questa è stata la chiave della partita. Oltre agli episodi, è chiaro, quelli fanno sempre la differenza: l’Inter il rigore lo sbaglia, la Samp lo segna. Proprio con Candreva, ex Inter. E qui c’è un’altra regola non scritta: gli ex fanno sempre male, e infatti dopo Candreva ci pensa Keita. La Samp vince, i suoi giocatori brillano a Marassi (Audero su tutti!) e guarda con tranquillità alla prossima sfida, il derby contro lo Spezia.

Dall’altra sponda di Genova arriva invece un KO. Quando tifi Genoa e in panchina vedi “San” Davide Ballardini, è pressoché impossibile concepire la sconfitta.

Sarà che lo si è visto sempre tirare il Grifone fuori dal fango, farlo riemergere dalle sue ceneri come si addice in realtà a un altro animale mitologico, la Fenice. Eppure, capita. E se succede contro una squadra come il Sassuolo, che lotta per l’Europa e vanta giocatori in pianta stabile in Nazionale, alla fine non ci sarebbe nemmeno da prendersela.

È proprio qui, invece, che incide il cambio di gestione sulla panchina del Genoa: tutti, giocatori e tifosi, non ci stanno a perdere 2-1 una partita giocata, finalmente, alla pari, da squadra vera.

Non c’è più quell’alone di rassegnazione che prima accompagnava ogni sconfitta. Ed è già qualcosa. E va bene così, sperando di far punti contro il Bologna.

Come al solito, diteci la vostra! Tanta Samp o poca Inter? Il Genoa avrebbe meritato almeno il pari? Commentate!

A cura di: Tommy Imperato